Unione dei Comuni
Argenta | Ostellato | Portomaggiore
Condividi questa pagina:
Home page | Procedimenti Ambientali | Valutazione Impatto ambientale/Screening | Procedimenti in corso Argenta | Pagina corrente: Istanza di conferimento del permesso di Ricerca...

Procedimenti Ambientali
Valutazione Impatto ambientale/Screening
Procedimenti in corso Argenta
Permesso di Ricerca la Stefanina

Rechim  |  Società Agricola Teramana Srl - Vallone A  |  Società Agricola Teramana Srl - Vallone B  |  Mangimificio Romagnolo Srl - allevamento Mantello  |  Società Agricola Vicentina Srl - allevamento Mezzano  |  Istanza di conferimento del permesso di Ricerca "La Stefanina"  |  Richiesta di concessione di derivazione di acque superficiali dal fiume Reno  |  Ampliamento impianto recupero rifiuti solidi non pericolosi ARGECO SPA  |  Campagna di recupero di inerti non pericolosi con impianto mobile autorizzato in Argenta  | 

Procedimento
Procedura di Valutazione di Impatto Ambientale per l'istanza di conferimento del Permesso di ricerca LA STEFANINA, progetto compreso tra quelli elencati nell'Allegato II alla Parte Seconda del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., al punto n° 7 denominato: “Prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi sulla terraferma e in mare”.

Proponente
Società Aleanna Resources LLC con sede legale in Matera (MT), Via XX Settembre, 45

Localizzazione del progetto
Il progetto prevede la realizzazione di un rilievo geofisico 3D da svolgersi nei settori meridionale e settentrionale del permesso, per un'estensione complessiva di circa 83 km2, e interesserà il territorio comunale di Alfonsine e Ravenna (in provincia di Ravenna) e di Argenta, Comacchio, Ostellato e Portomaggiore (in provincia di Ferrara).

Attività in sintesi
L'istanza per Permesso di Ricerca “La Stefanina” è stata presentata da Aleanna Resources LLC al
Ministero dello Sviluppo Economico in data 27 ottobre 2014. La Ditta richiede ora l'esecuzione del rilievo geofisico 3D con Vibroseis in due aree ben definite.


La tecnologia denominata “sismica a riflessione” rappresenta la principale metodologia di prospezione geomineraria, ed è da lungo tempo utilizzata nelle indagini finalizzate a definire in dettaglio le caratteristiche geologiche e strutturali del sottosuolo.
L'obiettivo dell'acquisizione geofisica 3D è quella di produrre un volume di dati, piuttosto che un'immagine sismica lungo una singola sezione verticale, com'è invece nel caso della metodologia 2D, che permetta una più approfondita analisi del sottosuolo e, potenzialmente, maggiori possibilità di identificazione di eventuali accumuli di idrocarburi non rilevati con i dati 2D già utilizzati in passato.
Il metodo si basa sulle proprietà delle onde elastiche che si propagano nel terreno di generare onde riflesse allorché nel loro percorso attraverso il sottosuolo attraversano strati di diversa natura (composizione mineralogica, densità, proprietà fisiche, ecc.). Tali onde riflesse ritornano verso la superficie e vengono registrate da strumenti, chiamati geofoni, collegati tra loro da cavi elettrici che vengono disposti sul suolo lungo appositi stendimenti (le cosiddette “linee sismiche”). La registrazione in superficie delle onde riflesse mediante i geofoni consente di ricostruire, facendo ricorso a complesse elaborazioni dei dati, l'andamento degli strati profondi che le hanno generate. Il risultato finale di queste elaborazioni (fase di “processing”) consente di ottenere immagini che, una volta interpretate da specialisti di geofisica, permettono la ricostruzione dell'assetto geologico-strutturale del settore di sottosuolo indagato.
Le onde elastiche vengono generate in superficie mediante l'energizzazione del terreno (i cosiddetti “punti di vibrata”), ottenuta tramite l'impiego di alcuni autocarri Vibroseis sincronizzati, disposti in fila a costituire un gruppo o pattern.
Tutte le operazioni programmate si svolgeranno durante le ore diurne. Aleanna avrà cura di preavvisare, tramite la Ditta contrattista, i proprietari dei terreni interessati dalle operazioni, nonché di provvedere in modo sollecito al risarcimento di eventuali danni procurati dal passaggio dei mezzi impiegati per le operazioni.
La necessità di ricorrere all'acquisizione di una prospezione geofisica 3D nel permesso La Stefanina è motivata dalla modesta qualità e copertura dei dati geofisici attualmente disponibili nella zona (unicamente 2D).

Iter del procedimento
Procedimento sospeso ai sensi dell'articolo 11-ter del decreto-legge 14 dicembre 2018, n. 135, convertito con modificazioni dalla legge 11 febbraio 2019, n. 12.

freccia-giu Allegati

Delibera Giunta Unione 53 del 07/10/2016
Dimensione file: 183 kB [Nuova finestra]

Deliberazione Consiglio Comunale n. 8 del 04/02/2017
Dimensione file: 162 kB [Nuova finestra]

Controdeduzioni alle osservazioni
Dimensione file: 1881 kB [Nuova finestra]

Parere commissione VIA
Dimensione file: 7027 kB [Nuova finestra]

Lettera al Ministro Costa
Dimensione file: 2338 kB [Nuova finestra]

Argenta
Ostellato
Portomaggiore
stemma-argenta
stemma-ostellato
stemma-portomaggiore
[Provincia di Ferrara]
ANAGRAFICA ENTE

Unione dei Comuni Valli e Delizie
Piazza Umberto I, n. 5 - 44015 Portomaggiore
Provincia Ferrara - Regione Emilia Romagna - Italy
C.F.: 93084390389 - P.IVA: 02015460385
P.E.C.: protocollo@pec.unionevalliedelizie.fe.it
Si autorizza l'uso di parte del contenuto di questo sito, previa richiesta di autorizzazione, specificandone l'utilizzo.
ACCESSIBILITÀ

Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma (smarthphone e tablet compresi) o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del consorzio internazionale W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0.
Sito realizzato da Punto Triplo Srl.
Area riservata